L’autore, Sauro Spadoni, mi ha catturata fin dalle prime righe del suo romanzo.

Un testo che, pur essendo un Fantasy Dark, ha un’impronta molto contemporanea; si leggono, infatti, vicissitudini, episodi e trama, molto riflessi nella vita odierna, pur essendo in un mondo di fantasia, tra reale e surreale, l’autore ha dato un’impronta ben precisa, e messaggi molto chiari ai lettori.

I personaggi rispecchiano infatti quello che può essere la vita di ogni giorno, con le sue sfaccettature, i sorrisi, l’amicizia, i legami, il coraggio, ma anche le paure… che spesso devastano la mente umana di fronte a quello che può essere un trauma, o una possibile catastrofe annunciata, ma che forse mai avverrà. Nella storia si narrano anche delle dinamiche che lasciano riflettere, con domande profonde: ma in realtà… cosa siamo venuti a fare su questa Terra?

Qual è la nostra missione, quale il nostro scopo? E perché mai rincorrere crudi pensieri che in realtà… sono cre-azioni della mente razionale, degli stereotipi, degli schemi mentali imposti fin da bambini, o dai media e dal sistema stesso, e che evidentemente ci portiamo dietro. Può forse un adolescente, un giovane, o adulto che sia, comprendere questo?

Sì, è possibile, e Sauro Spadoni fa arrivare questo messaggio attraverso la sua scrittura, uno dei tanti messaggi che il testo fa emergere. Mi viene proprio di dire che in questo caso, da buon scrittore e autore, Fantasy in questo caso, ha trovato il modo per farmi confermare che le ombre, se lo vogliamo, sono visibili. Frase azzeccatissima della descrizione sulla quarta di copertina del libro stesso.

Quali sono queste ombre? Leggetelo e lo capirete, anche se una parte l’ho già scritta io dopo averlo letto.

Nulla accade per caso.

Attendiamo quindi la seconda parte della trilogia de “I preludi dell’ombra”, l’autore infatti, lascia un bel finale aperto, e non si può fare a meno di voler leggere il seguito!

 

 

Lara Bellotti

Editor e scrittrice